E-commerce traina vendite veicoli per consegne ultimo miglio

eefee482b2d4564c197ab9be23eb407e-625x350(ANSA) – MONZA, 13 APR – ”Il successo dell’e-commerce sta trainando l’affermazione dei veicoli commerciali leggeri per la consegna dell’ultimo miglio. Secondo i dati che abbiamo a disposizione il 60% dei pacchi recapitati in Inghilterra ha le dimensioni di una scatola da scarpe, quindi è fondamentale oggi proporre modelli con grandi capacità di volume”. A chiarire i nuovi trend del mercato LCV è Philippe Narbeburu, vicepresidente ‘senior’ Veicoli Commerciali Leggeri Global Business Unit di Groupe PSA, premiato oggi a Monza agli award del Mondo dei Trasporti 2018 con il riconoscimento ”Personaggio dell’anno”. ”Oggi – ha spiegato – vi sono tre macrogruppi di clientela: quelli dell’edilizia, delle officine viaggianti e della logistica. Quest’ultimo è il segmento che sta crescendo maggiormente, trainato, appunto, dall’e-commerce. La digitalizzazione del business porta a un’esplosione delle consegne dell’ultimo miglio e alla richiesta di veicoli adatti a questo servizio, come i nostri nuovi Citroen Jumpy e Peugeot Expert”. In quest’ambito, Narbeburu ha evidenziato tre trend: si avverte la crescente richiesta di veicoli di dimensioni compatte con volumi di carico elevati, di mezzi connessi per una più facile gestione delle consegne, anche in tempo reale, e di van elettrici per poter superare i problemi legati alle restrizioni sul traffico sempre più frequenti.

Poi in relazione ai piani PSA ha chiarito: ”I nostri veicoli dispongono di soluzioni di connettività, utili per la gestione delle consegne. Abbiamo deciso di rendere elettrica il 100% della nostra gamma di commerciali, per svincolarci dalle barriere legate all’utilizzo dei Diesel. Per fare questo puntiamo a essere leader nella digitalizzazione”. Il premio a Narbeburu è arrivato anche come conseguenza del successo della multinazionale transalpina nel settore da lui guidato a livello mondiale: oggi, infatti, PSA è leader nel Vecchio Continente con 435mila mezzi venduti nel 2017 (+14% sul 2016, con un mercato cresciuto del 2,6%), pari a una quota del 20,2%. I dati considerano solo i marchi Citroen e Peugeot. ”Se aggiungiamo Opel – puntualizza – arriviamo a un commerciale su quattro in Europa. Nel 2017 per la prima volta abbiamo venduto oltre 600mila unità in tutto il mondo, per noi un vero record”.

Con l’acquisizione del marchio di Russelsheim, però, si aprono ulteriori prospettive di crescita per la realtà transalpina. ”Opel/Vauxhall vale circa il 10% della quota dei commerciali in Europa – ricorda il manager -. Ci siamo concentrati su come far approfittare il brand delle nuove piattaforme. Peugeot e Citroen con gamme in comune progrediscono alla medesima velocità, al 20%. Opel entrerà nella stessa dinamica e ci permetterà di migliorare le quote in Germania e in Inghilterra”.(ANSA).

gioielli_geraci
effevi-auto

Centro-Flora-Galfano
lola-parucchieri

bottinoauto
Parti-e-Scopri

momotaro-modulo
bomboni1

Fly-in-Song
New-Flora-Maliarda

CAE-Caracci
Assunta-Carlino-Wedding-Planner

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *